domenica 4 novembre 2012

Giornata Nazionale di Guerrilla Gardening

E' andata.
Ho aspettato con trepidazione questo giorno, preparandomi al meglio durante i mesi scorsi e finalmente ho dato sfogo alla mia voglia giardiniera.

La giornata Nazionale, che si svolge il 4 novembre su splendida intuizione del gruppo cremonese Gelsomino Group (geniale la sovrapposizione con la festa delle Forze Armate), rappresenta - in un certo senso - la conclusione delle attivita' per i giardinieri non autorizzati di tutta Italia.

Certo, possono esserci altri sporadici attacchi, magari dimostrativi ed estemporanei come fu, l'anno scorso, quello a Piazza Minghetti da parte dei Terra di Nettuno, ma la stagione a questo punto e' ormai terminata ed e' arrivato il momento di riporre i rastrelli e il badile nel capanno degli attrezzi.

Rimandero' ad un altro post, il resoconto di questo primo anno di attivita' di Fante di Fiori.
Per adesso, voglio gustarmi la grande festa, quella che Vanessa (dei Giardinieri Sovversivi Romani) ha simpaticamente definito come "il nostro natale".

Per celebrare la giornata, avevo in mente quattro azioni in diverse zone di Quarto Inferiore ma alla fine sono riuscito a portarne a termine solo tre. Un buon risultato, tutto sommato.

Vediamole una per una.

Operazione "Altola', gringo"
Con questa missione, ho quasi sconfinato.
L'obiettivo era un semaforo (teoricamente provvisorio) che si trova all'incrocio tra via San Donato e Via Leonida Bertolazzi.
Prima o poi, qui dovrebbero costruire una rotonda.
Qualche giorno fa, ho notato che il cubo di cemento che sostiene il semaforo, ha qualche centimetro di bordo
che mi ha consentito di piazzare delle Viole-del-Pensiero.
A completamento, ho aggiunto un cartelluzzo disegnato a mano per l'occasione.

Si tratta in realta', di un'azione atipica. Primo, perche' e' in una strada dove non ci sono edifici (e quindi, gli unici passanti saranno gli automobilisti), secondo perche' l'ambiente e' davvero ostile alle piante (e troppo lontano perche' io possa annaffiarle con regolarita').
Diciamo che ho voluto lanciare un messaggio: automobilisti, quando siete fermi al semaforo, guardate e accendete i pensieri. Qui, una volta, era tutta campagna....

il semaforo e il suo cubo di cemento
Viole-del-Pensiero



Operazione "Bus stop"
Da piu' di un anno tenevo in cantina una vecchia scatola di legno trovata vicino ai cassonetti con dentro i resti di alcune patate ammuffite. Dopo averla ripulita e decorata, l'ho usata per farne una specie di vaso in cui ho piantato due ciclamini in fiore (che dureranno poco, lo so) e un bel mazzo di trifoglio che in estate da' innumerevoli fiorellini rosa.
Caricato tutto sulla carriola, l'ho messa accanto alla fermata dell'autobus che si trova davanti il Magazzino delle Carni di Quarto. A completamento (oltre un vecchio cartelluzzo disegnato al computer), ho aggiunto alcuni sassi recuperati lungo le strade, decorati con vernice acrilica.
Il mio unico dubbio e' che, nonostante l'impermeabilizzante dato all'esterno, il legno finira' per marcire....

la fermata dell'autobus
il vaso coi fiori
le parole sono pietre

Operazione "Ditelo con i fiori"
Quando ormai la sera iniziava a calare, ho interrato i bulbi rimasti dopo la Giornata del Tulipano, nella striscia di terra accanto alla fioraia di piazza Bagneres de Bigorre. La terra, nonostante l'avessi preparata un paio di settimane fa, mi ha dato filo da torcere, visto che era zuppa e pesante come ferro. Quando ho finito, dopo aver posizionato un cartelluzzo disegnato a mano e altri sassi decorati, mi sono allontanato rendendomi conto di essere piu' alto di circa 5 centimetri, vista la suola di fango che ho trascinato in casa (spero mia moglie non se ne accorga)

sullo sfondo, il negozio di fiori

bulbi sparsi (senno' non ci crede nessuno)

sassi colorati

Rientrato alla base, non ho avuto energie sufficienti per piantare l'albero di ligustro che, separato in forma di pollone dalla pianta madre in primavera, ha ormai superato il metro e mezzo d'altezza.

Sarebbe mia intenzione piantarlo domani, ma non so se ne avro' l'occasione.

In ogni caso, sono molto soddisfatto.

1 commento:

  1. Ottima conclusione di stagione, oserei dire!

    RispondiElimina